Sardegna

Alla scoperta della Costa Verde

Nel cuore del geosito minerario del Sulcis

tra incredibili spiagge immacolate e mari trasparenti

------------------------

Grandi
Trekking

------------------------

Trekking
Giornalieri

------------------------

Sentierando
Light

------------------------

Trekking a
Richiesta

------------------------

Seguici su condividi su Facebook

------------------------

Versione Stampabile stampa programma

immagini dalla sardegna

Sabato 25 aprile

Ore 8.30 Ritrovo a Malpensa al check-in del volo Easyjet per Cagliari. Ore 10.30 decollo per Cagliari.

All'arrivo, treno per Iglesias e autobus per Portoscuso.

Sistemazione in albergo per la cena e il pernottamento.

Giornata di viaggio che nel lento trascorrere del treno e del bus verso il paesino che ci ospiterà ci permetterà di inziare a vedere i paesaggi caratteristici di questo tratto della costa sarda che ci accompagneranno per tutta la durata del trekking.


Domenica 26 aprile
Colazione, bus per Portovesne e traghetto per l'isola di San Pietro

Trekking: anello di Carloforte
• media tappa 4h e 30 dislivello minimo
• Pranzo al sacco con propri viveri

Carloforte è l'unico paese e comune dell'isola di San Pietro, la seconda dell'arcipelago sulcitano, di formazione vulcanica. Si tratta di un'enclave genovese in Sardegna che ancora oggi conserva la lingua e le tradizioni liguri. Ma sono le coste il maggiore motivo di interesse di Carloforte.
I litorali dell'isola alternano arenili sabbiosi, come La Bobba o Guidi, ad incantevoli calette rocciose, come Cala Fico, i cui fondali ricchissimi di pesci stupiscono chiunque si immerga in queste acque. Lungo la costa si ergono a qualche metro dalla falesia Le Colonne, due faraglioni alti 16 m circa, oggi protetti come monumento naturalistico. Fra le tradizioni che Carloforte conserva, quelle enogastronomiche acquisiscono un'importanza crescente, specialmente grazie alla Sagra del Cuscus Tabarkino, il piatto tunisino rivisitato in chiave genovese, ed al Girotonno.

immagini dalla sardegna
immagini dalla sardegna

Lunedi 27 aprile
Colazione

Trekking: traversata Portoscuso - Gonnessa
• media tappa 6 dislivello salita/discesa 200
• Pranzo al sacco con propri viveri

Giornata vista mare con la chicca del pasaggio nei pressi della batteria antinave e antiaerea SR 310 "Capo Altano".
:L’installazione fu realizzata dalla Regia Marina nella seconda metà degli anni 30 del 900, risultando operativa allo scoppio del secondo conflitto mondiale. Gli interventi di ripristino hanno consentito la parziale conservazione di questa interessante struttura militare.
L’opera si segnala per la collocazione panoramica che offre uno straordinario colpo d’occhio sul mare.
Sistemazione in bed & breakfast con cena convenzionata in trattoria

Martedi 28 aprile
Colazione.

Trekking: traversata da Gonnessa a Porto Masua
• media tappa ore 5.30 min dislivello salita/discesa 300
• Pranzo al sacco con propri viveri

Giornata di miniere, passeremo per la Laveria La Marmora uno dei complessi minerari più interessanti della Sardegna che sorge a breve distanza dall’abitato di Nebida.
L'edificio che un tempo accoglieva le cernitrici intente a selezionare i minerali estratti e a “lavarli”, appare isolato sul declivio di una montagna che si affaccia sul mare. La sua realizzazione a strapiombo sulla costa fu necessaria per facilitare il trasporto dei minerali ed avere a portata di mano la grande quantità d’acqua necessaria per quel tipo di lavorazione.
La miniera ha funzionato fino alla metà degli anni trenta poi per poi essere abbandonata e quindi nel 1998 restaurata.
Il paesaggio è variopinto per l’alternanza dei colori delle rocce che variano dal giallo delle dolomie al viola scuro delle puddinghe, dal bianco dei calcari degli isolotti S’Agusteri, Il morto, Pan di Zucchero: monumenti naturali che si ergono dal mare e contrastano con il cielo soprastante.

Trasferimento in pulmino per Medau Ladus. Sistemazione in agriturismo per la cena e il pernottamento.

immagini dalla sardegna

immagini dalla sardegna

Mercoledi 29 aprile
Colazione e trasferimento a Porto Masua

Trekking: traversata da Porto Masua a Cala Domestica
• media tappa ore 6, dislivello salita/discesa 650
• Pranzo al sacco con propri viveri

Durante l'escursione visiteremo il particolare Porto Flavia che domina la costa sud-occidentale della Sardegna. Particolare perchè "sospeso a mezz’aria". Il sito è raggiungibile per mezzo di una galleria lunga 600 metri. Il suo ingresso è accessibile dalla spiaggia di Mausa e si addentra nel cuore della montagna con un tunnel scavato dai minatori per poi sbucare a mezz’altezza su una parete rocciosa che si affaccia sul mare, da una terrazza del porto, davanti a un panorama mozzafiato.

L'impianto fu ideato, nel 1925, dall'ingegnere Cesare Vecelli (che gli diede il nome della sua primogenita) per abbattere gli ingenti costi di trasporto del minerale estratto dalle miniere della zona. Da qui le barche si dirigevano all'isola di Carloforte, distante 10 miglia, e quindi verso le fonderie europee.

Rientro in pulmino a Medau Ladus.

Giovedi 30 aprile
Colazione

Trekking: traversata da Medau Ladus a Buggerru
• media tappa ore 6, dislivello salita 250 / discesa 350m
• Pranzo al sacco con propri viveri

Tra mare e miniere, a sud dell’abitato di Buggerru, su un rilievo dominante un’insenatura di straordinaria bellezza, si erge la torre di Cala Domestica. Il fortilizio, cui era affidato il presidio della vicina spiaggia ove era attiva una piccola tonnara, era in corrispondenza visiva con la torre di Porto Paglia, il forte sabaudo di San Vittorio, ubicato sull'isola di San Pietro, una guardia morta nell'isola Piana e una a Capo Pecora, in località Sa Guardia de is Turcus.
Raggiungeremo quindi la galleria Henry ubicata alla quota di m. 50 al di sopra del mare nei pressi dell’abitato di Buggerru che attraversa per circa 1 Km l’altopiano di Planu sartu consentendo il trasporto dei minerali su rotaia dalle fonti di produzione alle laverie.
Rientro in pulmino a Medau Ladus.

immagini dalla sardegna

immagini dalla sardegna

Venerdi 1 maggio
Colazione e transfer sopra Buggerru

Trekking: traversata da Buggerru a Fighezia

• media tappa ore 6 dislivello salita/discesa 400m
• Pranzo al sacco con propri viveri

La giornata prevede il passaggio per le fantasmagoriche dune che segnano il paesaggio da San Nicolò a Piscina morta.
Una natura selvaggia e affascinante che ci accompagnerà nel nostro viaggio dal mare verso l'interno. Buggerru poi è tristemente famosa per l'eccidio di operai del 1904 che portò al primo sciopero generale in Italia.

Sistemazione in agriturismo, cena e pernottamento.

Sabato 2 maggio
Colazione.

Trekking: traversata da Figheziu a Scivu
• media tappa ore 5, dislivello salita/discesa 300 m
• Pranzo al sacco con propri viveri

Ultimo giorno di trekking dedicato alle splendide calette di Scivu.
Le spiagge sono raggiungibili solamente con una lunga camminata e tutto intorno non ci sono costruzioni. Tutto questo rende la costa particolarmente accattivante dove gli unici suoni sono le onde del mare e lo stridere dei gabbiani.

Sarà questo lo scenario del nostro ultimo bagno del viaggio.

Ore 17.55 arrivo all'aeroporto di Cagliari per l'imbarco del volo Easyjet per Malpensa.
Ore 19.55 decollo volo con arrivo previsto alle ore 21.20

immagini dalla sardegna

Quota trasparente:

- da 8 a 10 partecipanti: euro 695
- da 11 a 13 partecipanti: euro 660

- da 14 a 15 partecipanti: euro 640

comprensivi di:
- 8 mezze pensioni in albergo e agriturismo in camere doppie con bagno (una notte in ospitalità diffusa potrà non esserci il bagno in camera)
- accompagnamento professionale
- trasporti interni come da programma
- trasporto bagagli

escluso:
- viaggio
- bevande
- pranzi
- quanto non espressamente indicato

Impegno: medio

Tipologia: Trekking itinerante con bagaglio trasportato

Iscrizioni: il prima possibile per pagare di meno il viaggio

Partecipanti: minimo 8, massimo 15

La prenotazione sarà considerata valida al versamento dell'acconto

il programma del trekking potrà subire variazioni per motivi di sicurezza.

Guarda con: google map

Per Saperne di più

- Liguri in Sardegna

- Miniere della Sardegna

- Le dune della Sardegna


Vedi le Fotografie

del trekking del 2014

Sulcis:_spiagge & miniere


Cosa portare

- giacca a vento
- pile
- guanti e cappello di lana
- cappello e occhiali da sole
- scarponi
- scarpe comode o ciabatte

- 2/3 magliette e calze leggere
- 2 calzoni leggeri per camminare
- calzoni pesanti per la notte
- pantavento
- costume da bagno

- asciugamano
- torcia
- telo termico
- medicine personali
- borraccia
- zaino 40/50 litri con coprizaino


Lo zaino al completo non deve superare i 6/8 kg di peso comprensivi dei viveri per il pranzo


N.B. LISTA DI ATTESA


PER ALTRE INFORMAZIONI
contatta il oppure scrivi a

il socio accompagnatore sarà: da definire fotografia della guida


impegno: (medio)

2019-04-27 la Presolana

2019-05-01 Salita al monte Muggio

2019-05-04 Salita al Ponte di Carasc

2019-05-04 Anello della Val Gerola

2019-05-18 il Sentiero del Fiume


tipologia: (grandi trekking)

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-09 Karphatos & Meteore

2019-06-21 i Monti del Caucaso

2019-08-03 Grand tour del Toubkal

2019-08-03 le Dolomiti di Sesto


zona geografica: (sud italia)
Per il momento non é in calendario nessun altro trekking con
questa caratteristica

questa escursione é stata vista 4517 volte