Egitto

il Grande Mare di Sabbia

Viaggio nel cuore del Sahara egiziano.
Dal memoriale di El Alamein, alla mitica oasi di Siwa conquistata da Alessandro Magno.
Per finire con le dune del Grande ERG e le sculture del Deserto Bianco.

Un Egitto insolito e dai 1000 colori

 

------------------------

Grandi
Trekking

------------------------

Trekking
Giornalieri

------------------------

Sentierando
Light

------------------------

Trekking a
Richiesta

------------------------

Seguici su condividi su Facebook

------------------------

Versione Stampabile stampa programma

egitto

venerdi 28 dicembre

Ritrovo ore 6.00 partecipanti all'aereoporto di Malpensa. Ore 7.30 partenza per Il Cairo con arrivo alle ore 12.20.

Incontro con la guida locale e trasferimento ad Alessandria.

Sistemazione in hotel, tempo libero per la visita alla città fondata dal grande Conquistatore.

Cena e pernottamento

sabato 29 dicembre
Prima colazione.

La Giornata della Memoria.

Trasferimenti in jeep al Memoriale di El Alamein che rocorda gli orrori della guerra, in particolare delle Seconda Guerra Mondiale.
Compatibilmente con gli orari visiteremo la zona sacra.

Riprenderemo quindi il nostro percorso in direzione di Siwa lasciando la costa mediterranea e il mare di Marsa Matrun per inoltrarci da nord nel deserto.

In prossimità della remota oasi monteremo il nostro primo campo tendato.

egitto
egitto

domenica 30 dicembre
Colazione

Trekking: l'oasi di Siwa

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita minimo

Prima giornata dedicata all'oasi di Siwa.
Siwa, in primis, non è egiziana, ma nord-africana. la maggior parte degli abitanti è di origine Berbera, discendenti dei Beduini che vissero lungo la fascia che va dalla Tunisia al Marocco. I vestiti, le tradizioni, il linguaggio dei suoi abitanti sono unici, completamente diversi da quelli delle altre oasi dell’Egitto.
Nessun monumento risalente ai tre maggiori periodi Egizi (Antico, Medio e Nuovo regno) è stato trovato nell’oasi.
I resti più antichi risalgono alla 26esima Dinastia (650 a.c.) e dimostrano che solo allora Siwa fu colonizzata dai Faraoni. Il nome con cui era conosciuta nell’antichità è quello di “Oasi di Giove-Ammone”.
Quando Alessandro il Grande conquistò l’Egitto nel 331 a.c., volle affrontare il difficile viaggio di 8 giorni attraverso il deserto per raggiungere Siwa e consultare il famoso Oracolo di Ammone che ne decretò l’origine divina.

Cena e pernottamento in tenda.

lunedi 31 dicembre
Colazione.

Trekking: l'oasi di Siwa

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita m. minimo

Visiteremo oggi le parti più importanti dell'oasi.
La città vecchia di Shali costruita con grossi pezzi di terreno salino che subirono gravissimi danni nel 1926 a causa di un’eccezionale pioggia e fu così abbandonata, presenta ancora resti e memorie uniche.
Il Tempio di Alessandro Magno (Tempio dell’Oracolo di Ammon) nella parte più antica di Siwa, il villaggio abbandonato di Aghurmi arroccato su di uno sperone roccioso, e poi nel grande palmeto che si estende a sud-est del centro abitato, si trovano le rovine del Tempio di Umm Ubayd, anch’esso dedicato al dio Ammon e soprattutto numerose sorgenti tra cui quella più famosa chiamata “la Sorgente del Sole” o il “Bagno di Cleopatra”. L’acqua limpidissima sgorga dal fondo roccioso della vasca portando in superficie alghe e bollicine.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto
egitto

martedi 1 gennaio
Colazione

Trekking: il Grande Mare di Sabbia

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa m. minimo

Finalmente il Sahara!
Come lo avete sempre sognato, da cartolina, con la sabbia,
le corse su e giù dalle dune, l'immensità degli spazi, dei colori, del silenzio.

Sarà una esperienza affascinante camminare e lasciare le nostre orme su questo mare infuocato

Cena e pernottamento in tenda.

mercoledi 2 gennaio
Colazione

Trekking: Grande Mare di Sabbia

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa minimo

Secondo giorno nel Sahara per entrare sempre più nel profondo di questo ambiente unico e speciale.
Siamo quasi al centro del deserto libico, così si chiama questo parte del Sahara di forma pressochè rettangolare che si estende per circa 1.100 km da est a ovest, e circa 1.000 km da nord a sud.
Qui la sabbia erosa dal vento nel corso dei tempi e' stata spostata e accumulata in dune alte anche alcune centinaia di metri d'altezza.
Questo Grande Mare di sabbia occupa la maggior parte della parte nord-orientale del deserto libico a sud delle oasi di Siwa.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto

egitto

giovedi 3 gennaio
Colazione

Trekking: il deserto bianco

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa minimo

Si cambia deserto, dalla sabbia passiamo alle curiose formazioni di gesso del deserto bianco, bianche e spettacolari formazioni erose dal vento.
Ci avvicineremo proveniendo da ovest per piste avventurose in completo isolamento.
Siamo in una parte di deserto dove non ci sono tracce storiche di caravan serragli e attraversamenti a causa dell'estrema aridità della zona, a volte anche per 30 anni non piove!.
Il colore abbagliante delle rocce sono una costante di questa zona formatasi nell’era del Cretaceo.
Il vento e la sabbia hanno modellato le rocce rendendole inusuali sculture naturali rendendo questo deserto unico al mondo.

Cena e pernottamento in tenda.

venerdi 4 gennaio
Colazione

Trekking: il deserto bianco

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita minimo

Prosegue la nostra affascinante traversata del deserto bianco.
Da ovest a est completeremo l'intero percorso che ci porterà in prossimità della strada asfaltata che si inoltra da Il Cairo verso sud alle oasi più remote come Farafra e Dakla.
Tutto intorno a noi un pullulare di pinnacoli, torrioni, funghi, mammelloni erosi dall’acqua e dal vento nelle forme più stravaganti e curiose.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto


egitto

sabato 5 gennaio

Rientro al Cairo.

Sulla strada del ritorno!
Lasceremo dietro di noi i colori e le suggestioni dei vari deserti per tornare nel caos moderno della capitale.
Prima di rientrare però non mancherà l'occasione per godere un'ultima volta del silenzio del Sahara con la splendida Duna Ghorabi.

Cena libera, pernottamento in hotel.

domenica 6 gennaio
Colazione

In tarda mattinata lasceremo l'hotel per l'aeroporto del Cairo.

Ore 13.20 da Il Cairo per Milano Malpensa con arrivo alle ore 16.25

bandiera dell'egitto

Quota: euro 1150 comprensivi di:
- trasferimento da/per gli aeroporti in Egitto
- Assicurazione medico/bagaglio
- 2 pernottamenti in hotel a 3 stelle
- 7 pernottamenti in tenda
- Pensione completa durante tutto il trekking con vettovaglie e attrezzatura in comune al completo
- Bevande durante tutto il periodo
- Accompagnamento dall'Italia
- Guide locali
- Trasporto bagagli
- Tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie
- Trasferimenti come fa programma su jeep Toyota 4WD

La quota non comprende:
- Volo aereo internazionale
- le cene al Cairo
- visto di ingresso
- mance
- eventuali ingressi a musei, ecc.
quanto non espressamente dettagliato in precedenza

Impegno: medio/facile

Iscrizioni: La prenotazione sarà considerata valida al versamento del 30% della quota.

Partecipanti: minimo 12, massimo 15

il programma del trekking potrà subire variazioni per motivi di sicurezza

Organizzazione tecnica del viaggio a carico del Tour Operator: Zebra Viaggi


Per saperne di piú

- Viaggiare Sicuri

- Wikipedia

- l'oasi di Siwa


Cosa portare

- borsa per il viaggio
- zaino 40/50 litri con coprizaino per le escursioni giornaliere
- giacca a vento
- 1 pile
- guanti e cappello di lana
- cappello e occhiali da sole

- scarponi leggeri
- scarpe comode o ciabatte
- 3/4 magliette e calze leggere
- calzoni leggeri per camminare
- calzoni pesanti per la notte

- torcia
- telo termico
- medicine personali
- borraccia
- sacco a pelo temperatura confort 0 gradi
- tenda e materassino


N.B. Lo zaino al completo per le escursioni giornaliere non deve superare i 6/8 kg di peso comprensivi dei viveri per il pranzo

di notte la tempreatura può raggiungere gli 0°C e al calar del sole la temperatura scendere sensibilmente.


N.B. LISTA DI ATTESA


PER ALTRE INFORMAZIONI
contatta il oppure scrivi a

il socio accompagnatore sarà: da definire fotografia della guida


impegno: (medio/facile)

2019-04-27 Il Sentiero dei Giganti

2019-05-15 Tra archeologia e fede: Grotte di San Ponzo

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-20 Il Parco dello Stelvio

2019-06-22 gli Orridi di Uriezzo


tipologia: (grandi trekking)

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-09 Karphatos & Meteore

2019-06-21 i Monti del Caucaso

2019-08-03 Grand tour del Toubkal

2019-08-03 le Dolomiti di Sesto


zona geografica: (viaggi extraeuropei)

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-21 i Monti del Caucaso

2019-08-03 Grand tour del Toubkal

2019-08-20 Bolivia: Salares, Ande & Amazzonia

2019-09-14 Via Licia in Caicco



questa escursione é stata vista 4657 volte