Egitto

Gran tour dei Deserti

Grand tour dei deserti egiziani
Dal deserto nero, al deserto bianco
dall'oasi di Baharia alla Valle delle Balene.

Un Egitto insolito e dai 1000 colori

------------------------

Grandi
Trekking

------------------------

Trekking
Giornalieri

------------------------

Sentierando
Light

------------------------

Trekking a
Richiesta

------------------------

Seguici su condividi su Facebook

------------------------

Versione Stampabile stampa programma

egitto

sabato 12 aprile

Ritrovo ore 6.00 partecipanti all'aereoporto di Malpensa. Ore 7.30 partenza per Il Cairo con arrivo alle ore 12.20.

Incontro con la guida locale

Sistemazione in hotel, tempo libero per la visita alla città.

Cena e pernottamento

domenica 13 aprile
Prima colazione.

Giornata di avvicinamento alle tante realtà del Sahara egiziano.

Trekking: le valle delle balene

• Media tappa ore 3

Lasceremo il Cairo alla volta della valle delle Balene (Wadi el Hitan, Wadi Zeuglodon), inserita dall'Unesco tra i Patrimoni dell'umanità, che si trova nella parte occidentale del Fayom, a circa 35 km a nord di Wadi Rayyan.
Vi si trovano preziosi resti fossili di Archeoceti, sottordine di balene, ora estinte.
Questi fossili rappresentano una delle tappe più importanti dell'evoluzione. I fossili mostrano resti di arti nascosti, testimoniando così l'evoluzione dei cetacei da forme di vita terrestri a forme di vita marine.
Questo è il sito più importante al mondo per dimostrare questa fase dell’evoluzione.
Altri tipi di fossili, a cominciare dai foraminiferi, ritrovati nella zona hanno permesso di ricostruire l’ambiente circostante e le condizioni di vita del tempo. Tutto questo si trova in un’area affascinante e protetta.

Con la nostra prima notte in tenda
sotto il cielo stellato del deserto

egitto
egitto

lunedi 14 aprile
Colazione e trasferimento nella zona di Abu Muharrik

Trekking: le dune di Abu Muharrik

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita minimo

La più grande duna dell'intero Sahara!.
L'immensa duna di Abu Muharrik che si sviluppa da nord a sud per oltre 600 km su una larghezza di svriati chilometri.
Chiamato Naqab al-Adim, (Passo Vecchio), il percorso conduce alla via carovaniera di Minya e Bhanasa.
Il luogo offre una spettacolare vista panoramica di tutta la parte settentrionale dell’oasi di Bahariyah.
A circa 15 km al di là di un labirinto di piccole colline e vallate lussureggianti si trovano due diversi “mari di sabbia”: il più piccolo chiamato Ghard Qazzun e il maggiore chiamato Ghard bu Moharrik.

Cena e pernottamento in tenda.

martedi 15 aprile
Colazione e trasferimento nella zona della Grotta di Gara.

Trekking: anello della Grotta di Gara

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita m. minimo

E' la volta della più importante grotta di origine carsica del Sahara, scoperta nel 1873 nel giorno di Natale dal celebre esploratore Rolfs il quale la descrisse nel suo libro come una “grotta di stalattiti meravigliosa”.
Di una cinquantina di metri di diametro e di altezza molto variabile in quanto dal soffitto pendono miriadi di enormi e bellissime stalattiti conformate nelle figure più strane e sorprendenti che arrivano fin sul pavimento coperto da circa 6 metri di sabbia accumulatasi nei millenni.
Famose anche le pitture rupestri che dimostrano come la grotta fosse conosciuta e abitata già in tempi preistorici.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto
egitto

mercoledi 16 aprile
Colazione

Trekking: il deserto bianco

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa m. minimo

Prima giornata dedicata al deserto bianco.
Bianche e spettacolari formazioni erose dal vento, situato a 45 km a nord dell'oasi di Farafrah.
Il colore abbagliante delle rocce calcaree e del gesso sono una costante di questa zona formatasi nell’era del Cretaceo.
Il vento e la sabbia hanno modellato le rocce rendendole inusuali sculture naturali rendendo questo deserto unico al mondo.

Cena e pernottamento in tenda.

giovedi 17 aprile
Colazione

Trekking: traversata del deserto bianco

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa minimo

Prosegue la nostra affascinante traversata del deserto bianco.
Da est a ovest completeremo l'intero percorso che ci porterà in prossimità di Farafra.
Tutto intorno a noi un pullulare di pinnacoli, torrioni, funghi, mammelloni erosi dall’acqua e dal vento nelle forme più stravaganti e curiose.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto

egitto

venerdi 18 aprile
Colazione

Trekking: il deserto nero

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita/discesa minimo

I vulcani in mezzo al deserto!.
Passando per il deserto nero ci avvicineremo all'oasi di Baharia, conosciuta anche come “l’Oasi Nera” o la “Perla Nera”, famoso centro culturale già attivo in età greco-romana.
Il Deserto Nero si chiama così perchè il paesaggio è segnato da numerosi coni vulcanici e dalla presenza di numerosi colate laviche risalenti a 65 milioni di anni fa.
E' un deserto sia sabbioso che pietroso dove si trovano alternati vivide rocce nere e una fine sabbia gialla.

Cena e pernottamento in tenda.

sabato 19 aprile
Colazione

Trekking: l'oasi di Bahariya

• Media tappa ore 5
• Dislivello salita minimo

Bahariya si distingue per il fatto di sorgere su un territorio ricco di quarzite nera e di sorgenti di acqua calda. Colpisce il fatto che sia ricca di vegetazione e offra un paesaggio che va dal verde intenso al nero brillante delle rocce, contrasto di grande effetto rispetto al giallo della sabbia.
Recentemente è stata scoperta qui una enorme necropoli del I-II secolo d.C., che sembra contenere più di 10.000 mummie tra cui le famose “mummie d’oro”.
Vi si trovano anche le rovine del Tempio di Alessandro il Grande e alcuni egittologi ritengono che il conquistatore fosse passato per Bahariya di ritorno dall’Oracolo di Ammone situato nell’oasi di Siwa.

Cena e pernottamento in tenda.

egitto


domenica 20 aprile

Rientro al Cairo.

Sulla strada del ritorno!
Lasceremo dietro di noi i colori e le suggestioni dei vari deserti per tornare nel caos moderno della capitale.
Prima di rientrare però non mancherà l'occasione per godere un'ultima volta del silenzio del Sahara con la splendida Duna Ghorabi.

Cena libera, pernottamento in hotel.

lunedi 21 aprile
Colazione

Di buon mattina lasceremo l'hotel per l'aeroporto del Cairo.

Ore 5.00 partenza da Il Cairo per Roma Fiumicino alle ore 7.35

Ore 9.10 partenza da Roma Fiumicino con arrivo a Milano Malpensa alle ore 10.30.

Quota per 12 partecipanti:
euro 1080
comprensivi di:
- 2 pernottamenti in hotel
- 7 pernottamenti in tenda
- Pensione completa durante tutto il trekking
- Bevande durante tutto il periodo
- Accompagnamento dall'Italia
- Guide locali
- Trasporto bagagli
- Trasferimenti come fa programma
- assicurazione Mondial Assistance

La quota non comprende:
- Volo aereo incluse le tasse aeroportuali
- le cene al Cairo
- visto di ingresso
- mance
- eventuali ingressi a musei, ecc.
quanto non espressamente dettagliato in precedenza

Supplemento singola 70 euro

Impegno: medio

 

Iscrizioni: La prenotazione sarà considerata valida al versamento dell'acconto.

 

Partecipanti: minimo 12, massimo 15

il programma del trekking potrà subire variazioni per motivi di sicurezza

Organizzazione tecnica del viaggio a carico del Tour Operator: Zebra Viaggi

 

 


Per saperne di piú

 

- Viaggiare Sicuri


- Wikipedia


- la Valle delle Balene

Guarda fotografie e video del viaggio di Capodanno 2011

viaggio in egitto     


Cosa portare

- borsa per il viaggio
- zaino 40/50 litri con coprizaino per le escursioni giornaliere
- giacca a vento
- 1 pile
- guanti e cappello di lana
- cappello e occhiali da sole

- scarponi leggeri
- scarpe comode o ciabatte
- 3/4 magliette e calze leggere
- calzoni leggeri per camminare
- calzoni pesanti per la notte

- torcia
- telo termico
- medicine personali
- borraccia
- sacco a pelo temperatura confort 0 gradi
- tenda e materassino


N.B. Lo zaino al completo per le escursioni giornaliere non deve superare i 6/8 kg di peso comprensivi dei viveri per il pranzo

di notte la tempreatura può raggiungere gli 0°C e al calar del sole la temperatura scendere sensibilmente.


N.B. LISTA DI ATTESA


PER ALTRE INFORMAZIONI
contatta il oppure scrivi a

il socio accompagnatore sarà: da definire fotografia della guida


impegno: (medio)

2019-04-27 la Presolana

2019-05-01 Salita al monte Muggio

2019-05-04 Salita al Ponte di Carasc

2019-05-04 Anello della Val Gerola

2019-05-18 il Sentiero del Fiume


tipologia: (grandi trekking)

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-09 Karphatos & Meteore

2019-06-21 i Monti del Caucaso

2019-08-03 Grand tour del Toubkal

2019-08-03 le Dolomiti di Sesto


zona geografica: (viaggi extraeuropei)

2019-06-08 Magica Cappadocia & Istanbul

2019-06-21 i Monti del Caucaso

2019-08-03 Grand tour del Toubkal

2019-08-20 Bolivia: Salares, Ande & Amazzonia

2019-09-14 Via Licia in Caicco



questa escursione é stata vista 2315 volte